CRONOLOGIA EVENTI

CRONOLOGIA EVENTI

a cura di F. Iocca, G. Larocca, C. Pieralli
Gli eventi indicizzati in questa sezione sono limitati alle manifestazioni culturali esaminate e descritte nelle apposite sezioni del sito. Cliccando sui vari link si verrà indirizzati alle relative schede.

 

1956
3 gennaio: il quotidiano «Smena» pubblica l’articolo Perché è sbocciato il «Bocciolo azzurro» (Počemu raspustilsja «Goluboj buton»), nel quale viene condannata l’edizione a Leningrado, nel novembre 1955, di quella che ad oggi è considerata la prima rivista samizdat («Goluboj buton», un solo numero).
febbraio: XX Congresso del PCUS.7 novembre: arresto e condanna a quattro anni di lavori forzati di Michail Krasil’nikov, tra gli animatori della cosiddetta Scuola dei filologi.

Fine dell’anno: il comitato redazionale di «Novyj mir» rifiuta di pubblicare il romanzo Doktor Živago di Boris Pasternak.

1957
Novembre: esce in Italia Il Dottor Živago, da lì in poi destinatario di una lunga sequela di attacchi sui giornali sovietici e protagonista indiscusso del Samizdat, attraverso i cui canali si diffonde in URSS.

1958
luglio: Incontri di Piazza Majakovskij.

Riunioni a Lianozovo dell’omonimo gruppo, cui partecipa, nella parte iniziale del suo percorso artistico anche il pittore non conformista Anatolij Zverev.

1959
dicembre: esce a Mosca il primo numero di «Sintaksis», redatto da Aleksandr Ginzburg.

1961
21 febbraio: morte di Roal’d Mandel’štam, tra le principali figure dell’underground leningradese e appartenente al Circolo di Aref’ev.
Luglio: in un unico numero esce a Mosca la rivista “Literaturnyj al’manach” promossa da un gruppo di giovani riunitisi intorno a Vladimir Murav’ëv.
Inizia a Leningrado l’attività editoriale di Boris Tajgin, che con la sua editrice samizdat Bė-Ta stamperà negli anni successivi decine di raccolte poetiche.
Esce a Mosca l’almanacco Feniks, redatto da Jurij Galanskov.

1962
aprile: esce a Mosca la rivista «Sirena», frutto del lavoro di Vitalij Skuratovskij e Michail Kaplan. Viene pubblicata fino al luglio dello stesso annoestate: Anna Achmatova consegna alla redazione di «Novyj mir» una copia di Requiem, che rimarrà inedito, diffondendosi grazie ai canali del Samizdat.
15 settembre 1962: esce a Mosca la rivista «Iskusstvo kommuny», promossa da un gruppo di studenti (Vitalij Gribkov, Vladimir Petrov – più tardi entrambi redattori di «Metki» – e Lev Melamid). Il periodico sarà pubblicato fino al 16 marzo 1963.
1° dicembre: esposizione al Maneggio e reazione scomposta di Chruščev.

1964
13 febbraio: Iosif Brodskij viene arrestato con l’accusa di «parassitismo» e condannato un mese più tardi a cinque anni di lavori forzati. Lo stenogramma del processo, redatto dalla scrittrice e giornalista Frida Vigdorova, riceve grande diffusione nel Samizdat e all’estero.
1° settembre: a Leningrado apre i battenti il caffè Podmoskov’e (sobborgo di Mosca), in seguito ribattezzato Saigon.
13-14 ottobre: Chruščev viene rimosso dalla carica di Segretario del Partito; al suo posto subentra Leonid Brežnev.
autunno: iniziano gli incontri della Malaja Sadovaja.

1965
marzo: a New York esce il primo libro a firma di Iosif Brodskij, Stichotvorenija i poėmy (Poesie e poemi).
14 aprile: appuntamento a piazza Majakovskij e marcia di SMOG.
Aprile: esce a Leningrado l’almanacco Fioretti, legato alla Malaja Sadovaja.
Novembre: Iosif Brodskij rientra dal confino ai lavori forzati grazie alle pressioni dell’opinione pubblica internazionale.
5 dicembre: manifestazione a piazza Puškin a sostegno degli scrittori Sinjavskij e Daniėl’.
Rifiuto dell’editore Sovetskij pisatel’ di pubblicare l’antologia Gorožane (Cittadini), dell’omonimo gruppo.
Nel n. 58 del 1965 la rivista d’emigrazione «Grani», fondata nel 1946, ripubblica i tre numeri di «Sintaksis» di Aleksandr Ginzburg.

1966
12 febbraio: Sinjavskij e Daniėl sono condannati rispettivamente a sette e cinque anni di campo.
5 marzo: muore Anna Achmatova, negli ultimi anni importante punto di riferimento per alcuni giovani poeti, tra cui Brodskij, in seguito ribattezzati «Gli orfani dell’Achmatova».
Autunno: nasce il gruppo dei Chelenukty.
Jurij Galanskov dà alle stampe l’almanacco Feniks 66.

1967
Sulla rivista «Moskva» inizia la pubblicazione di Master i Margarita di Michail Bulgakov, da cui vengono tagliate decine di pagine. La versione integrale del romanzo comparirà due anni più tardi all’estero, grazie all’editrice tamizdat Possev-Verlag (Frankfurt), e, in Russia, nel 1973.

1968
Gennaio: a Mosca Jurij Galanksov e Aleksandr Ginzburg sono condannati rispettivamente a sette e cinque anni per aver pubblicato il Libro Bianco sull’affaire Sinjavskij-Daniėl’.
30 aprile: iniziano le pubblicazioni della Cronaca degli eventi correnti.
21 agosto: i carri armati del Patto di Varsavia invadono la Cecoslovacchia, soffocando la primavera di Praga.

1969
Venedikt Erofeev scrive il romanzo Moskva-Petuški, tra le opere più significative della letteratura russa novecentesca. In Unione Sovietica il romanzo verrà pubblicato solo in piena perestrojka (1988).

1970
Febbraio: Aleksandr Tvardovskij, capo-redattore di «Novyj Mir» che aveva ricoperto un ruolo centrale nella pubblicazione della Giornata di Ivan Denisovič di Solženicyn (1962), è costretto alle dimissioni.
13 ottobre: muore a 31 anni il poeta leningradese Leonid Aronzon.
ottobre: Solženicyn riceve il Premio Nobel.
dicembre: nota indirizzata da Andropov al Comitato Centrale in cui si sottolinea la necessità di adottare misure immediate contro l’espansione del fenomeno samizdat.
A Leningrado Sergej Sigov fonda la rivista Buduščel’’. Žurnal obščestva dlja Velimira Chlebnikova [Buduščel’’. Rivista dell’associazione per Velimir Chlebnikov] uscita in un unico numero.

1971
Fondata ad Ann Arbor la casa editrice tamizdat Ardis, che pubblicherà negli anni seguenti decine di titoli di autori russi tanto contemporanei come appartenenti alla prima metà del secolo.

1972
4 giugno: Iosif Brodskij è costretto ad emigrare.
4 novembre: in un campo in Mordovia muore, a 33 anni, Jurij Galanskov.
A Leningrado Anna Taršis e Sergej Sigov danno vita a «Žurnal mod», la rivista uscita un solo numero nel 1974 con i materiali raccolti tra il 1972 e il 1974.

1973
Settembre: Solženicyn dà il proprio assenso alla pubblicazione di Arcipelago GULag all’estero.

1974
13 febbraio: emigrazione forzata di Solženicyn.
A Parigi esce il primo numero della rivista «Kontinent».

22-25 dicembre 1974: Esposizione di arte non conformista “Gazanevščina”, Leningrado.

Si tratta della prima mostra autorizzata dalle autorità sovietiche, che permette a 52 artisti non ufficiali leningradesi di esporre le proprie opere  nella Casa della cultura Gaz (Dom kul’tury imeni Gaza) di Leningrado, da cui l’appellativo di Gazanevščina. La mostra ottiene un inatteso e straordinario successo di pubblico con oltre 10.000 presenze.

1975
8 agosto: esce il primo numero della rivista «Metki po novoj živopisi», fondata per per iniziativa di Vitalij Gribkov e dello scrittore Vladimir Petrov, già protagonista del periodico «Iskusstvo kommuny». La rivista esce in 12 numeri fino al 1980.
Esposizione di “Gnezdo”, gruppo a metà fra concettualismo e socart.

1976
Nell’aprile esce a Leningrado il primo numero della rivista «37» di Tat’jana Goričeva e Viktor Krivulin. Il periodico avrà vita fino al dicembre 1981.
A Leningrado Arsenij Roginskij fonda Pamjat’. Istoričeskij sbornik (Memoria. Raccolta storica), uscita fino al 1981. La poetessa Natal’ja Gorbanevskaja, costretta all’emigrazione nel 1975, diviene rappresentante della redazione all’estero.

1977
L’artista astrattista Oleg Celkov viene “inviatato” ad abbandonare l’Unione Sovietica.

1978
Boris Groys sulla rivista «37» pubblica l’articolo Moskovskij romantičeskij konceptualizm (Concettualismo romantico moscovita), che dà nome all’omonima corrente artistico-letteraria.

Festival della canzone d’autore “Grušinskij”, nei dintorni di Samara. Si tratta di quei festival potremmo dire “off” di musica d’autore, a cui partecipavano molti appassionati di musica che poi registravano e con mezzi propri rimettevano in circolo quelle esibizioni mediante i canali del “Magnitizdat”. Tra le esibizioni rimarrà immortalata dalla pellicola fotografica quella di Aleksandr Suchanov (si veda l’immagine di apertura ne” I protagonisti della canzone d’autore”).

1979
autunno: a Leningrado esce in tre numeri (dall’autunno 1979 al 1981) la rivista «Dialog» fondata iniziativa di Kirill Butyrin e Sergej Stratanovskij.
dicembre: a Leningrado esce «Severnaja počta» (per iniziativa di Sergej Dedjulin, già attivo nella redazione di «LOB» e Viktor Krivulin, fondatore di «37» insieme alla moglie Tat’jana Goričeva, che ne divenne il supervisore. La rivista viene pubblicata fino al febbraio 1981).
A Ejsk iniziano le pubblicazioni della rivista «Transponans» grazie ai coniugi Anna Taršis e Sergej Sigov. Il periodico, uscito fino al 1987, viene poi edito a Leningrado.
A Mosca esce l’almanacco Metropol Vasilij Aksënov e Viktor Erofeev, originariamente pensato nel 1978. Al progetto si uniscono Evgenij Popov e, poco più tardi, Andrej Bitov e Fazil’ Iskander.

1980
25 luglio: muore il cantautore Vladimir Vysockij.